Language
Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)
Ricerca
Città Marchigiane

 


La Regione  MARCHE: "Così benedetta da Dio di bellezza, di varietà, di libertà, tra questo digradare di monti che difendono, tra questo distendersi di mari che abbracciano, tra questo sorgere di colli che salutano, tra questa apertura di valli che sorridono..."

Dal discorso tenuto da Giosuè Carducci a Recanati il 29 giugno 1898 in occasione del 1° centenario della nascita di Giacomo Leopardi
"Le Marche hanno la fortuna di sembrare inesistenti. Cioè di non sembrare. Non le conosce nessuno, a cominciare dai marchigiani. A Milano si crede che stiano ai confini dell'Africa, a Palermo le si immagina dalle parti della Svizzera. Non sono una regione, semmai quattro province. E non sono nemmeno quattro provincie: semmai duecentocinquantasei torri comunali. Hanno una capitale? Certo: Ancona. Ma andate a chiederlo agli ascolani, ai maceratesi, ai pesaresi. Risponderanno; "Ancona capitale? E dove sta scritto?". Ogni tanto i tecnici della programmazione si mettono in testa di dividere le Marche in zone omogenee. Allora prendono una cartina e tracciano una linea: Nord e Sud. Ma non basta, ce ne vuole un'altra: Est e Ovest. Inutile, è appena l'inizio. Occorrono nuove linee, in qua, in là, sopra, sotto. Dopo un po' la cartina somiglia alla tela di un ragno impazzito. Di veramente omogeneo, nelle Marche, non c'è quasi niente. Forse soltanto il nome, che però, essendo al plurale, già allude al molteplice."
Giancarlo Liuti
Meno di 10.000 Km quadrati, 246 comuni tutti con una loro originale configurazione: le Marche, unica regione italiana al plurale, sono in realtà un magnifico fazzoletto di terra o, come ripetono i politologi e gli economisti, un'unica grande città.
Una città nella quale si trova di tutto: un litorale che attraversa il territorio per tutta la lunghezza con singolari mutazioni di paesaggio che vanno da ampie spiagge sabbiose a rocce che si gettano a picco sul mar; una pianura dolce e senza mollezze con coltivazioni cromatiche assortite e paesi che testimoniano l'operosa presenza dell'uomo, montagne caratterizzate anch'esse dalla punteggiatura di insediamenti; e poi fiumi che pettinano il territorio secondo scansioni quasi geometriche, grotte di grande significato geologico, rupi scoscese e un piccoli ma preziosi laghi.
Questa è la cornice geografica. Il quadro è stato disegnato dalla storia e dalle diverse città con magnificenza: castelli e abbazie, chiese e musei, palazzi e piazze, ville e monumenti arricchiscono le marche in tutta la loro estensione: Non ci sono vuoti, ovunque c'è un edificio da ammirare, un quadro da apprezzare una curiosità da scoprire. La ricchezza della regione è nella concentrazione di beni naturalistici ( una flora variegata, una fauna tipica, un paesaggio tra i più declamati d'Italia ) insieme a beni architettonici e storici e a straordinarie risorse culturali: Se turismo non è più scottarsi al sole pigramente me è integrazione di godimento fisico con accrescimento dell'intelletto e soddisfazione delle naturali curiosità, allora le Marche sono una destinazione privilegiata.

 





Prenota Hotel

Richiesta rapida:
 
 
 
 
Copyright © 2017 touristicitaly. Tutti i diritti riservati.
HOTEL SAN GABRIELE -P.IVA: 01368070429
In collaborazione con: Hotel San GabrieleHotel Loreto
Sviluppato da: Omnigraf